“Non mi hanno obbligato a smettere” milionario denuncia casinò dopo aver perso £4 milioni

Oggi toccheremo su queste pagine un argomento delicato, la ludopatia, anche se forse questa volta potrebbe essere stata utilizzata più come pretesto…

La notizia arriva dal Daily Mail, e parla di Han Joeh Lim, milionario malese che nel 2015 ha perso quattro milioni di sterline in una partita privata di double chance baccarat all’Aspinall’s di Londra, rifiutandosi poi di pagare i suoi debiti.

 

Comparatore Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.


 

Han Joeh Lim, che secondo l’articolo si ritiene avere un patrimonio stimato di oltre 40 milioni di dollari, sette anni fa avrebbe giocato una sessione maratona da 72 ore, perdendo prima £600.000, vedendosi poi esteso il credito ad altri £1,9 milioni e poi ancora altri £2 milioni.

Soldi che alla fine il milionario non ha mai pagato, portando l’Aspinall’s ad attivare gli avvocati.

Nel 2019 la casa da gioco ha vinto la prima causa contro il 62enne, e in quell’occasione il giudice stabilì anche che Han Joeh Lim avesse violato altri quattro ordini del tribunale multandolo per £100.000 dichiarando anche che avesse deliberatamente esposto falsa evidenza durante l’udienza.

Il gambler incallito però non ci sta ad incassare il colpo senza reagire, e ha sporto una contro denuncia all’Aspinall’s, dichiarando che ogni debito o prestito dovrebbe essere dichiarato nullo, perché la casa da gioco ha infranto il Gambling Act del 2005.

 

Comparatore Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.


 

Questa legge inglese prevede infatti che le persone vulnerabili dovrebbero essere protette dall’essere ferite o sfruttate dal gambling. In altre parole sostiene che sia responsabilità della casa da gioco proteggere il giocatore compulsivo dai danni che può causare a se stesso.

Lo scritto degli avvocati recitaInvece di obbligarlo a fermarsi e riposare, hanno aumentato il suo credito di £2 milioni. L’Aspinalls ha permesso all’accusa una ulteriore linea di credito di due milioni di sterline, che lui ha successivamente perso. L’accusa aveva una streak perdente ed era visibilmente disperata e nel panico. L’Aspinalls si è avvantaggiata dei tentativi disperati dell’accusa di recuperare le perdite, permettendogli altri fondi e tempo per giocare.”

La casa da gioco ha risposto dicendo semplicemente che si difenderà da queste accuse e che per il momento si atterrà alle decisioni della corte.

Insomma, staremo a vedere se un perdente incallito potrà rifarsi grazie alla legge che lo avrebbe dovuto proteggere. Stiamo in attesa di ulteriori novità.


Se ti piacciono i nostri contenuti iscriviti alla Community su Facebook!

Author: Frank Snyder