“Nel poker non sempre vince il più talentuoso”

fedor holz routine di studio

Fedor Holz è sempre stato un giocatore che non ha messo il gioco fine a se stesso al primo posto. Il fortissimo player tedesco ha puntato molto – se non tutto – sullo studio delle varie dinamiche di gioco e sulle loro conseguenze nel breve e nel lungo termine. Tanto che spesso e volentieri si è ritrovato anche a fornire dei validi consigli, attraverso articoli di blog o video sui suoi canali.

Fedor questa volta si è soffermato su un aspetto che a volte fa arrabbiare chi ritiene di saper giocare benissimo a poker. Ovvero il legame tra la reale bravura, ovvero le skill che vengono messe in mostra in game, e altre caratteristiche altrettanto importanti. Secondo Holz sono soprattutto le seconde a rendere ancor più forte un buon giocatore. Anche e soprattutto quelli che peccano sul piano delle skill.

 

Comparatore Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.


 

Fedor Holz e le nuove massime

Durante un video pubblicato in seguito a una collaborazione con Skrill, il tedesco ha fatto capire che non sembra il giocatore più “valido” al tavolo sarà quello che verrà fuori vincitore dalla battaglia in game. E lo ha detto, come sempre, senza fare troppi giri di parole:

Il poker è un gioco in cui si vince e si perde. Esserne consapevoli è una delle cose più sottovalutate nel gioco, i giocatori non si impegnano del tutto per accettarlo. 

Parole importanti e che pesano come macigni, se si aggiungono ad altre che Fedor Holz pronuncerà poco più avanti.

 

Comparatore Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.


 

Un altra massima del player-imprenditore riguarda infatti la capacità di prendere il poker per quello che è. Ovvero un gioco in cui non prendersi troppo sul serio:

Come in ogni gioco, la cosa più importante è divertirsi mentre la si sta facendo. Se accetterai la dimensione ludica del poker, non potrai non diventare un giocatore migliore. Non bisogna concentrarsi solo sul gioco e sulle carte, ma anche e soprattutto sul contesto generale.

Per questo motivo, il consiglio finale di Fedor è fondamentale: per giocare bene a poker bisogna circondarsi di persone che si divertono giocando, diffidando da chi prende tutto troppo seriamente.


Se ti piacciono i nostri contenuti iscriviti alla Community su Facebook!

Author: Frank Snyder