Il giocatore più str… maleducato della storia delle WSOP

Riesumato dopo quasi 16 anni in un video di PokerGo intitolato “the biggest jerk in poker”, letteralmente “il più stronzo nel poker”, riscopriamo Eric Molina, giocatore che se dall’esterno può far scappare una risata, al tavolo lo sopporteremmo decisamente meno.

Nel poker live un minimo di etichetta è una cosa importante, e persino regolamentata e monitorata dai floorman, che per una parola di troppo possono infliggere penalità al giocatore “incriminato”. Cosa che a Eric Molina sembrerebbe essere capitata più volte durante il Main Event WSOP 2006.

Lasciamo qui sotto il video dove potete gustarvi il (pessimo?) comportamento del giovane americano. Se invece volete sapere qualcosa in più sul 21enne che è riuscito a fare sembrare Jamie Gold una persona gentile, continuate a leggere!

 

Comparatore Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.


 

Eric Molina, Main Event WSOP 2006

 

Chi è Eric Molina

Eric è un giocatore statunitense, che all’epoca del video aveva solo 21 anni, ovvero l’età minima per entrare in un casinò negli Stati Uniti.

Su Hendon Mob infatti quel 31° posto da oltre $329.000 è il suo primo risultato live. Primo di una non lunga serie, visto che ha raggiunto l’in the money solo 10 volte secondo lo stesso portale.

Nel video si presenta dicendo di sé: Sono un gambler prima, un poker player dopo. Non ho paura di lanciare i dadi. Se qualcuno prova a mettersi sulla mia strada nel gioco, gli faccio vedere di che pasta sono fatto.” 

Fino a qui tutto vero, lo abbiamo visto chiamare un all in al buio nelle fasi finali del Main Event (!), bet-callare una bilaterale su board monotone, e in generale rischiarsela senza timori.

Ma poi ha anche detto Sono un ragazzo simpatico al tavolo, ma non devi metterti sulla mia strada.” E su questo avremmo in effetti da obiettare.

Il trash talk è stato la sua arma primaria, anche in situazioni dove era veramente gratuito e insensibile. Per esempio dopo aver eliminato un avversario dal torneo più importante del mondo con QJs contro ATs, gli ha stretto la mano dicendo “Terrible call, terrible move.”

Di lui comunque non se ne è più sentito parlare un granché. Gioca ancora a poker, visto che i suoi ultimi due risultati risalgono al 2021, ma gli stake sono passati da cifre come $10.000, $2.000, a torneini da $300 e $400.

Diceva che se avesse vinto il Main Event si sarebbe ritirato dal poker. Forse ha soltanto preso un’altra strada… o forse la sua inclinazione al gambling ha fatto durare veramente poco quella vincita. Già che ci siamo, ricordatevi di giocare sempre responsabilmente.

 

WSOP 2006. Un’edizione umanamente terribile

A unire tutti i tasselli, l’atmosfera delle World Series Of Poker 2006… doveva essere la peggiore della storia!

Mentre Molina ha agitato le acque fino alle fasi finali, quindi presenza noiosa per quasi tutto lo sviluppo del torneo, a vincere è stato Jamie Gold, altro giocatore noto per i suoi modi non cortesissimi.

E come se non bastasse l’americano di origini italiane Jeff Lisandro ha anche litigato pesantemente con un avversario che insinuava che quest’ultimo non avesse pagato l’ante.

Lasciamo anche questo video qui sotto, ma prima pensate a che clima doveva esserci al Rio in quei giorni…

 


Se ti piacciono i nostri contenuti iscriviti alla Community su Facebook!

Author: Frank Snyder