EPT Praga Main Event – Cortellazzi e Caminita a caccia del milione!

cortellazzi ept praga

Il sogno italiano di iniziare il 2022 con una picca prosegue e viene rafforzato non da uno, ma da ben due nostri connazionali. Si giocherà infatti tra poche ore il Final Table dell’EPT Praga Main Event, con un terzo dei partecipanti che porta in giro con fierezza il nostro tricolore. Una doppia speranza che potrebbe portarci a urlare di gioia.

Da una parte c’è Andrea Cortellazzi, che in questo suo grande ritorno sulla scena pokeristica internazionale di un certo livello sta facendo sentire la sua voce. A lui si aggiunge anche Demetrio Caminita, grande protagonista di questo torneo e pronto a regalarci e a regalarsi una grande soddisfazione. Ma naturalmente non sarà facile riuscire ad arrivare alla tanto sospirata picca.

 

Comparazione Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.


 

Corte e Demetrio in lotta

Stando a quanto si vede dal chipcount, entrambi hanno grandi possibilità di vincere in quanto la struttura del torneo è molto giocabile. Il più short ha infatti più di 30 big blind, dunque con la possibilità di dare sfogo al proprio stile di gioco. L’habitat perfetto per un Andrea Cortellazzi che ripartirà con il secondo miglior stack, ovvero poco meno di 8 milioni di chips. Per lui ci sono 66 big blind, quanto basteranno per dare sfogo alla sua aggressività.

E poi c’è Demetrio Caminita, anch’egli protagonista di una serie di saliscendi nel chipcount anche nell’inizio del Final Day. Per lui ci sono in gioco 4.720.000 chips, poco meno di 40 big blind. Davanti a tutti si staglia la figura imperturbabile del sudcoreano Gab Yong Kim. Il suo stack da oltre 9 milioni e mezzo potrebbe spaventare, ma ci sono una decina di blinds di distacco dal suo più immediato inseguitore, ovvero Cortellazzi.

 

Comparatore Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.


 

EPT Praga Main Event, il chipcount del Final Table

Andiamo allora a vedere come si compone questo tavolo finale, in ordine di seat:

  1. Gab Yong Kim 9,565,000
  2. Andrea Cortellazzi 7,930,000
  3. Armin Rezaei 3,765,000
  4. Symeon Alexandridis 4,655,000
  5. Demetrio Caminita 4,720,000
  6. Grzegorz Glowny 5,040,000

 

Per la cronaca Leonardo Romeo, il terzo alfiere italiano in questo Day 5, si è fermato al 12° posto. Per lui è arrivata l’eliminazione per mano del greco Symeon Alexandridis che con A-9 non ha trovato nulla sul board ma è rimasto davanti al K-J in mano al siciliano. 57.080 euro rappresentano comunque un buon motivo per sorridere.

Ma ora gli occhi di tutti sono puntati sul Final Table: appuntamento alle 13 per l’ultimo shuffle up and deal da Praga.


Author: Frank Snyder