Charlie Carrel contro la feticizzazione dei blocker: “Non sempre sono utili”

Charlie Carrel ha sempre il dente avvelenato quando si parla di GTO. Questa volta il pro inglese prende di mira il concetto di blocker, che ritiene esistente e rilevante, ma attenzione a non tramutarlo in feticcio. Non sempre è così rilevante quanto può sembrare…

 

Comparatore Bonus Poker

Room Bonus Visita
Rakeback
45%
Rakeback
40%
Rakeback
20%

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

La mano

Situazione: Live At The Bike, Cash Game $25/$25/$50

Preflop: Apre Chris ($40.000) 7♣6♣ da UTG, chiamano James ($31k) da CO con 9♦2♦, Nick ($20k) da BTN con A♦7♦. Andy ($43k) da BB rilancia a $625 con A♣Q♦chiamano Chris e Nick.

Flop: 6♦8♦3♠ – Andy check-raisa da $700 a $2.000, call di Nick.

Turn: 10♠ – Andy punta $6.300, call.

River: 8♥ – Check di Andy, all in $10.675 su pot di poco meno di $18.000. Andy riflette…

 

Il commento

Questa la frase che “triggera” Charlie: “[…] una scala, ma ha i quadri quindi è più o meno neutrale, perché blockera il 9♦7♦

“Una cosa che penso sia molto pertinente. Lo vedrai in così tanti commenti dei tavoli high stakes e nelle analisi dei professionisti. Nulla in contrario contro il commentatore, sono sicuro che sia bravissimo, lo adoro. 

Ma questa over-feticizzazione dei blocker ha sopraffatto il mondo del poker. Mi dispiace ragazzi, è molto difficile dire alla gente che vi hanno mentito. 

Se vi siete bevuti le cose che la gente dice sui blocker, al 100% l’avete presa per un’ideologia. Questo fenomeno che sta travolgendo il mondo del poker è pura follia. Ovviamente c’è valore nel blocker, cambia la matematica del gioco, ma la gente ci si concentra così tanto che ogni volta che senti un commento di una mano high stakes, l’unica cosa di cui parlano sono i blocker. Pura follia. 

 

Comparatore Bonus Scommesse

Bookmaker Bonus Visita
Bonus
20€
Bonus
20€
Bonus
100€

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Il commentatore ha detto che abbiamo il 7♦, un removal abbastanza ok perché possiamo avere 9♦7♦. Non ha senso! Intendo, forse blockeriamo Andy se in qualche modo ha un 7, ma lui non ci metterà su 97. Non ha alcun senso, Andy non ha nessun 7X nel suo range! 

Un’altra cosa che potresti sentire è che Andy ha Q♦. Sicuramente un punto rilevante, ora: questo vuol dire che deve concentrare la sua decisione sulla Q♦ o sul ‘non avere la Q♦’ come nella game-theory feticizzazione dei blocker? 

Assolutamente no. 

Parliamo della vita vera. Che mani può avere? A♦2♦, A♦4♦, A♦5♦, A♦7♦, A♦9♦, A♦J♦. Immaginiamo di non avere la Q♦, può avere Q♦J♦, K♦Q♦, Q♦9♦. Altri bluff, può avere Q♠J♠, Q♠9♠, A♠2♠, A♠2♠, molti backdoor perché il check-raise era basso. 

Se riduci il tutto a combo, quelle con la Q♦ non sono molte comparate a quante combo di bluff può avere. Qui l’avversario deve avere un 3:1 di bluff-to-value ratio per farci fare even. È uno dei call più facili del mondo, e non sono le poche combo con la Q♦ ad alterare completamente la nostra decisione.”

 


Se ti piacciono i nostri contenuti iscriviti alla Community su Facebook!

Author: Frank Snyder