Brock Wilson sfodera uno slowplay da manuale

brock wilson

Si è conclusa nella notte italiana tra giovedì e venerdì la nuova edizione della PokerGo Cup. Abbiamo raccontato gli eventi salienti di questa kermesse che ha di fatto aperto gli scenari per il grande poker live per quel che riguarda il 2022. Tra i giocatori che si sono messi maggiormente in mostra durante questa schedule da otto eventi c’è anche Brock Wilson.

Il player americano, forse tra quelli maggiormente sottovalutati nello scenario dell’high stakes, è arrivato secondo nell’ultimo appuntamento, quello vinto da Sean Perry. Tuttavia è riuscito a spianarsi la strada nel final table grazie a una grande giocata ai danni di Daniel Negreanu, altro player molto atteso alla vigilia. Il suo slowplay è funzionato in maniera praticamente perfetta.

 

Comparatore Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.


 

Andiamo a vedere questa grande giocata nel dettaglio.

Brock Wilson, slowplay da applausi

Situazione: final table livelli 15.000/30.000 big blind ante 30.000

Preflop: Negreanu da cut off spilla A♦Q♠ e rilancia a 60.000, trovando il call di Wilson che gioca con 10♣10♦ da small blind. Il pot sale a quota 180.000 chips.

Flop: Q♣10♠5♥ – Brock decide di mantenere la sua linea e fa check, poi arriva la c-bet a 120.000 del canadese. Wilson fa ancora una volta call, portando il pot a 420.000 chips.

Turn: 7♥ – secondo check da parte dello statunitense che ripassa la parola a Negreanu, il quale checka behind.

River: 8♠ – qualche secondo di thinking per Brock che stavolta esce in puntata per 325.000, trovando l’istant call da parte di D-Negs che poi getta le carte nel muck.

 

Comparatore Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.


 

In questo caso Wilson gioca alla perfezione, approfittando anche di un board dry e del fatto che il suo rivale prende la top pair. Il doppio check è senza dubbio un chiaro piano per indurre Negreanu a puntare.

Ancor più bella è la puntata al river, che consente il canadese di mettersi in bluff catching. Il fatto di indurre D-Negs a instant-callare è il chiaro segnale del depistaggio andato a buon fine.


Se ti piacciono i nostri contenuti iscriviti alla Community su Facebook!

 

Author: Frank Snyder